LIBERTÀ CREATIVA

In nessun’altro settore la rivendicazione d’appartenenza è più grande così come nell’architettura. Le idee si materializzano con l’ingombro degli spazi se non poi ostacolate da norme e leggi specifiche. Le vostre visioni sono uniche ed è per questo motivo che richiedono anche qualcosa di unico! Se nessuna soluzione standard si sposa con le necessità del caso, ne sviluppiamo e personalizziamo talune speciali ed uniche al mondo giusto per voi. C’è sempre una risposta per incontrare e il vostro progetto individualmente, senza dover fare tagli alla sicurezza.

Illustrateci cosa avete in mente, vi aiuteremo a realizzare il vostro edificio tenendo conto delle vostre richieste.

VARIETÀ IN TERMINI DI DIMENSIONI

I pannelli degli apparecchi di segnalazione d’emergenza STRING ARC sono disponibili in 3 dimensioni. A causa di requisiti di protezione antincendio più restrittivi negli ultimi anni si sono ridotte le zone.

Conseguentemente sono cambiate le necessità di segnalare adeguatamente i percorsi di esodo che, nelle loro estensioni richiedono un maggior impiego di apparecchi, ma che al tempo stesso ne riducono potenzialmente le dimensioni.

Qui il pannello dell‘ apparecchio d’emergenza STRING ARC della dimensione 1 con una visibilità di 12 m rappresenta un’alternativa davvero interessante. Corridoi e vie di fuga costellati con pannelli grandi sono cose del passato.

ILLUMINAZIONE DI RISPARMIO

Nel vostro sistema d’illuminazione di emergenza è insito un grande potenziale di risparmio. Pensate oltre agli aspetti di sicurezza ed usate gli apparecchi d’emergenza a LED presenti come illuminazione di base, illuminazione notturna o cortesia. Svolgete un ruolo esemplare nell’ambito del risparmio energetico e soddisfate già adesso i criteri secondo la legislazione vigente in materia di efficienza.

Le nostre esperienze passate mostrano che usando l’illuminazione di sicurezza come illuminazione notturna è possibile risparmiare fino a 80% di costi energetici.

ILLUMINAZIONE DI SICUREZZA INVISIBILE

Contrariamente ai Pannelli di segnalazione delle vie di fuga, che tramite frecce direzionali segnalano il percorso della via di fuga, le lampade di sicurezza hanno la funzione di illuminare, in caso di interruzione della corrente, la via di fuga, le aree antipanico o di soccorso conformemente alla norma. A tal fine, ad oggi, sono stati disponibili solo apparecchi di sicurezza grandi e voluminosi, che si lasciavano raramente integrare nell’architettura.

Da tanti anni din-Sicherheitstechnik persegue l’obiettivo di integrare le lampade di sicurezza in modo più invisibile e discreto possibile nella configurazione architettonica della luce.

ILLUMINAZIONE D‘AMBIENTE

L’Illuminazione d’emergenza può essere molto di più… Come noto, la luce è arte e l’architettura necessità delle sue sfumature; approfittate dell’illuminazione d’emergenza e sicurezza per aggiungere accenti di luce colorati. Usate luci ed ombre per far brillare il vostro edificio in una veste nuova e differente, creando ambienti di luce e suscitando emozioni.

„L’architettura è un gioco artistico, definito da strutture laddove i nostri occhi sono fatti per vederne le forme alla luce: luci ed ombre rivelano le sfumature “ LE CORBUSIER (1887–1965).

ILLUMINAZIONE DI EMERGENZA

Illuminazione di emergenza specifica. Dovrebbe rispondere alle norme e ciò nonostante non essere invasiva con l’architettura circostante. Emergenza in sicurezza evitando situazioni di panico ed accompagnando le persone nel percorrere le vie di esodo, Idealmente, integrando tutti i dispositivi preposti discretamente nell’architettura; una missione per noi!. Dunque, qualcosa che si può imparare ad amare…Materiali high-tech, design lineare focalizzato sull’essenziale – pannelli per la segnalazione delle vie di fuga a LED con illuminazione uniforme senza elettronica o elementi luminosi visibili, che si integra in maniera discreta nell’architettura.

La serie di illuminazione STRING ARC consiste di light-panels in dimensioni specifiche, così come anche di stripes e spots in diversi colori, ecco perché grazie all’innovazione tecnologica non bisogna odiare l‘illuminazione d’emergenza.